Alessandro Radicchi

1 0 1

Alessandro Radicchi si Laurea nel 1997 in Matematica Astronomica presso l’università La Sapienza di Roma dopo tre anni di esperienza presso l’Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario del CNR di Frascati. Impiegato in Telecom, mentre collabora durante la guerra in Bosnia con una associazione di Volontariato di Medjugorie per sostenere le popolazioni colpite dal conflitto, abbandona la ricerca e l’informatica per mettere le sue competenze a disposizione del sociale. Nel 1999 entra a far parte del mondo della cooperazione divenendo nel 2001 presidente della cooperativa sociale Europe Consulting Onlus e successivamente consigliere di un consorzio di 80 cooperative sociali. Nel 2002 fonda il primo Help Center, quello di Roma Termini e nel 2006 il Centro polivalente per persone senza dimora Binario 95 che in pochi anni diverrà uno dei poli sociali per l'integrazione più attivi della capitale. Nel 2003 per FS Italiane e ANCI il realizza il progetto ONDS - Osservatorio Nazionale sul Disagio e la Solidarietà nelle Stazioni una rete che oggi aggrega 18 Help Center nelle principali stazioni italiane realizzando 500.000 interventi l'anno in favore di oltre 22.000 persone disagiate. Nel 2007 assieme ai soci della cooperativa ed agli ospiti del Binario 95, da vita a “Shaker, pensieri senza dimora” il giornale di strada di Roma scritto da persone senza dimora. In quel periodo concretizza l'ideazione di "Anthology" una piattaforma informatica dedicata al sociale che nel 2012 vincerà il Sodalitas Social Innovation Award, oggi utilizzata dai servizi operanti in favore di persone disagiate convenzionati con il Comune di Roma. Nel 2015 da vita all'Osservatorio Cittadino sulle marginalità di Roma. Nel 2018 con la cooperativa e in partenariato con Caritas Roma da vita all’evento cittadino TERMINI SOCIALI che diventerà poi uno degli appuntamenti annuali di riferimento del sociale di Roma. Nel 2019 grazie a un terreno di un ettaro concesso dai Gesuiti nel quartiere Casal Bertone di Roma avvia una nuova sperimentazione di integrazione sociale, ecologica, lavorativa e comunitaria: il Villaggio 95. E’ sposato ed ha una figlia. Il suo obiettivo professionale è mettere al servizio delle persone povere o emarginate competenze, professionalità e tecnologie per migliorarne la vita e favorire il loro reinserimento sociale, relazionale ed economico nella società.

Società sostenibile

Terzo Settore: solidarietà, opportunità, interazione

Martina Cogliati

Il terzo settore ha bisogno di far sentire la propria voce per rendere la realtà in cui viviamo più equa e sostenibile.

Alessandro ha contribuito

Società sostenibile
Binario 95. Perché non è sufficiente il necessario

Vedi tutti i video di Rinascita Digitale