Employability

Siamo già pronti a diventare lean?

Giulia D'Innocenti

Le aziende che seguono il modello delle lean organization cercano di ottimizzare processi e risultati riducendo gli sprechi. Ma l’approccio lean si può applicare anche allo stile di vita delle persone?

Lean organization

Le organizzazioni lean (snelle) adottano un modello improntato alla semplificazione. L’obiettivo è ridurre gli sprechi (di tempo, energia e risorse) e razionalizzare i processi, diminuendo, in alcuni casi, anche il grado di gerarchia interno.

Il cuore pulsante del metodo lean è la competenza, che viene resa il pilastro di tutti i rapporti aziendali, in un’ottica di forte responsabilizzazione delle persone.

Ma il modello lean può andare oltre l’ottimizzazione del business?

“Basta applicare il metodo lean alle aziende, bisogna cominciare ad applicarlo alle persone”
Luciano Attolico

Uno stile di vita lean

Se da un lato è molto importante che le aziende snelliscano i propri processi, dall’altro dobbiamo considerare anche quanto il lavoro si stia slegando dalla presenza materiale in ufficio.

L’ultimo anno ha messo in evidenza che il target a cui mirare sono i risultati da raggiungere, non il monte orario da scalare seduti davanti alla scrivania.

Quindi è vero che le aziende devono essere le prime promotrici dello sviluppo del talento delle proprie risorse. Ma sono le persone che devono riconoscere la centralità del loro ruolo nel percorso di crescita.

Non è più sufficiente essere ascoltatori passivi di nozioni, perché formarsi e aggiornarsi vuol dire rielaborare gli stimoli esterni, renderli nostri e trasformarli in abitudini.

E in questo momento dobbiamo assimilare con urgenza che in un mondo in continuo cambiamento serve un approccio snello, al lavoro certo, ma anche alla vita in toto!

Perché in un mondo del lavoro che comincia a diventare agile c’è bisogno di lavoratori responsabili in primis verso sé stessi. Ovvero di persone che riescano a generare un impatto che faccia la differenza senza accantonare il proprio benessere.

Essere snelli significa questo: investire del tempo di qualità (e non necessariamente tanto tempo) nelle proprie azioni, per puntare sempre al miglior risultato possibile.

Cosa rende il lavoro lean?

Come fare per capire se già si sta agendo in modo “lean” nel proprio lavoro? Ecco di seguito alcuni spunti:

Giulia D'Innocenti

Content Creator

Il mio percorso professionale mi ha portato a spaziare dalla psicologia all’ambito della comunicazione e del marketing, passando per il mondo delle risorse umane, specialmente nei settori del recruiting e dell’employer branding. Sono appassionata del mondo digitale e di tutte le sue applicazioni, soprattutto le più innovative. Mi occupo della creazione di contenuti per la comunicazione social e di copywriting per contenuti di blog.

0 0 28

Inserisci un commento